Articoli

Trasloca la T.I.N. del policlinico Gemelli di Roma

Il 10 giugno 2013 è stato effettuato il trasloco dei bambini dalla vecchia Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico Gemelli, alla nuova Terapia Intensiva Neonatale. Un'apertura in sordina, in realtà un semplice trasferimento, che per scelta non è stato festeggiato in quanto il nuovo reparto non aprirà nella pienezza delle sue potenzialità, bensì verrà utilizzato solo in parte.

Manca il personale, e GENITIN onlus si è a lungo battuta per chiedere alla Regione di erogare i Fondi per l’apertura totale del reparto. Ci saranno posti disponibili e tecnologie all’avanguardia non utilizzate, e ci chiediamo: è giusto tutto questo? Se nascesse un bambino prematuro e fossero tutti occupati i posti parzialmente aperti, che si farebbe? Si manderebbe il bambino in altre strutture ospedaliere, METTENDO A REPENTAGLIO LA SUA VITA NELLA FASE DEL TRASPORTO da una struttura sanitaria all'altra ,sapendo però che il posto ci sarebbe stato e non è stato utilizzato? Oppure si ospiterebbe il bambino in deroga all'apertura parziale, ma garantendogli un'assistenza inadeguata per mancanza di personale ,mettendo dunque COMUNQUE A REPENTAGLIO LA SUA VITA e PEGGIORANDO LA QUALITA' DELL'ASSISTENZA fornita A TUTTI GLI ALTRI bimbi già degenti nella struttura?
Ci auguriamo che questa situazione possa essere risolta quanto prima, perché la salute è un diritto di tutti e non possiamo dimenticarlo.